La vers. 1.2 della Fatturazione Elettronica per la PA

4 gennaio 2017 at 18:49 2 commenti

Il Sistema di Interscambio per la trasmissione delle fatture elettroniche (SDI) non sarà disponibile sino alle ore 08:00 del 09 gennaio 2017 a causa degli adeguamenti software necessari per la gestione del nuovo formato XML versione 1.2. La novità più importante del nuovo formato (vers. 1.2) è l’adeguamento del contenuto del file XML in modo che esso possa essere utilizzato anche per  trasmettere le fatture elettroniche verso i privati.

La differenza principale riguarda il campo “CodiceDestinatario” che potrà contenere oltre ai “codici ufficio dell’amministrazione dello stato” (composti da 6 caratteri), anche dei codici di 7 caratteri, assegnati dal sistema di interscambio ai soggetti che hanno accreditato un canale. Le aziende private che non hanno un canale accreditato con il sistema di interscambio saranno identificate tramite l’indirizzo di posta elettronica certificata (in tal caso il campo “CodiceDestinatario” sarà impostato al valore “0000000”). L’indirizzo di posta certificata – quando il codice destinatario è “0000000” – dovrà essere specificato nel nuovo campo denominato “PECDestinatario”.

In base alle prime indicazioni sembrerebbe quindi che la maggior parte delle piccole e medie aziende che vorrà inviare e ricevere le fatture elettroniche tra privati, dovrà utilizzare la posta elettronica certificata: usualmente l’accredito di un canale con il sistema di interscambio è troppo oneroso in termini di infrastruttura IT per le PMI e al momento, a differenza delle fatture verso la pubblica amministrazione, non pare essere previsto l’utilizzo di intermediari.

Nel nuovo formato 1.2 per la fattura elettronica vi sono anche altre differenze, per la maggior parte dei casi, necessarie per l’utilizzo anche per la fatturazione verso aziende private:

  • È stata aggiunta la sezione “StabileOrganizzazione” all’interno dei dati del “CessionarioCommittente”
  • È stata aggiunta la sezione “RappresentanteFiscale” all’interno dei dati del “CessionarioCommittente”
  • È stato aggiunto un nuovo codice per la “Natura IVA”, che deve essere indicata quando l’IVA non viene applicata: “N7” – IVA assolta in altro stato UE (vendite a distanza ex art. 40 commi 3 e 4 e art. 41 comma 1 lett. b, DL 331/93; prestazione di servizi di telecomunicazioni, tele- radiodiffusione ed elettronici ex art. 7-sexies lett. f, g, DPR 633/72 e art. 74-sexies, DPR 633/72)
  • È stata aggiunta la modalità di pagamento “MP22” – Trattenuta su somme già riscosse

Il nuovo formato XML 1.2 è previsto a partire dalla versione 1.2.2 di Konga e dalla versione x.7.11y dei programmi “legacy”.

Entry filed under: Fatturazione Elettronica. Tags: , .

Konga versione 1.2.1 Versioni x.7.11y per la fatturazione elettronica PA 1.2

2 commenti Add your own

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Archivi

Seguici su Facebook


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: