Konga versione 1.2.2 (Fatturazione Elettronica PA 1.2)

Oggi è stata rilasciata la versione 1.2.2 di Konga. Questa versione prevede la generazione della fattura elettronica PA nel nuovo formato versione 1.2. In questa versione di Konga il supporto del nuovo formato XML è limitato alle fatture da inviare verso la pubblica amministrazione. Il nuovo formato della fattura elettronica prevede anche l’invio verso i privati, ma questa funzionalità sarà presente solo nella prossima versione di Konga (1.3.0, anch’essa di imminente rilascio). Gli utenti che avessero necessità di inviare fatture elettroniche verso soggetti privati potranno fare riferimento alla versione 1.3.0 “stable” che, sebbene non ancora rilasciata ufficialmente, è già stata resa disponibile proprio per chi avesse questa necessità (http://public.easybyte.it/downloads/stable/1.3.0/).

Nella versione 1.2.2 oltre al nuovo formato della fattura XML per la pubblica amministrazione sono stati corretti anche alcuni piccoli errori.

Maggiori informazioni sulle differenze tra il formato 1.1 e il formato 1.2 della fattura PA si trovano in questo blog, oppure sul sito fatturapa.gov.it.

Le modalità di aggiornamento sono quelle usuali: tramite l’aggiornamento automatico**, oppure la nuova versione può essere scaricata utilizzando i link che trovate nella pagina di download del sito di EasyByte Software.

** L’aggiornamento automatico all’ultima versione non è previsto per le versioni server (daemon o servizio), questo significa che gli utenti del modulo “S” dovranno scaricare il programma di installazione e installare manualmente la versione aggiornata sulla postazione server. Per gli utenti della piattaforma Linux sarà sufficiente richiedere un aggiornamento software per scaricare il pacchetto aggiornato (da console: sudo apt-get upgrade).

10 gennaio 2017 at 09:47 1 commento

Versioni x.7.11y per la fatturazione elettronica PA 1.2

Sono state rilasciate le nuove versioni x.7.11y di Tibet, Irbis, Pardo e Wilma XL e EuroByz. Queste nuove versioni prevedono la generazione delle fatture elettroniche per la PA nel nuovo formato versione 1.2. Inoltre queste in queste versioni sono state apportate delle piccole correzioni nella procedura di esportazione dei dati per Konga.

Potete leggere maggiori dettagli sul nuovo formato versione 1.2 della fattura elettronica in questo articolo.

Le versioni x.7.11y sono disponibili come aggiornamento delle versioni x.7.11 precedenti, non occorre eseguire una nuova installazione completa. I link per eseguire il download dei file si trovano di seguito.

Per gli utenti Mac OS X sarà necessario espandere e sostituire il file dell’applicazione (ad esempio “Tibet.app”), di seguito i link per il download del singolo file:

Pardo e Wilma XL
http://download.easybyte.it/tmp/pwxl2711y.app.zip
Irbis
http://download.easybyte.it/tmp/irbis4711y.app.zip
Irbis client
http://download.easybyte.it/tmp/irbisclient4711y.app.zip
Tibet
http://download.easybyte.it/tmp/tibet1711y.app.zip
Tibet client
http://download.easybyte.it/tmp/tibetclient1711y.app.zip

Per gli utenti Windows sarà necessario espandere e sostituire i file dell’applicazione (ad esempio “Tibet Client.exe” e “TibetDic.tdic”), di seguito i link per il download dei file:

EuroByz
http://download.easybyte.it/tmp/eurobyz1711y.zip
Pardo e Wilma XL
http://download.easybyte.it/tmp/pwxl2711y.zip
Irbis
http://download.easybyte.it/tmp/irbis4711y.zip
Irbis client
http://download.easybyte.it/tmp/irbisclient4711y.zip
Tibet
http://download.easybyte.it/tmp/tibet1711y.zip
Tibet client
http://download.easybyte.it/tmp/tibetclient1711y.zip

10 gennaio 2017 at 09:11 1 commento

La vers. 1.2 della Fatturazione Elettronica per la PA

Il Sistema di Interscambio per la trasmissione delle fatture elettroniche (SDI) non sarà disponibile sino alle ore 08:00 del 09 gennaio 2017 a causa degli adeguamenti software necessari per la gestione del nuovo formato XML versione 1.2. La novità più importante del nuovo formato (vers. 1.2) è l’adeguamento del contenuto del file XML in modo che esso possa essere utilizzato anche per  trasmettere le fatture elettroniche verso i privati.

La differenza principale riguarda il campo “CodiceDestinatario” che potrà contenere oltre ai “codici ufficio dell’amministrazione dello stato” (composti da 6 caratteri), anche dei codici di 7 caratteri, assegnati dal sistema di interscambio ai soggetti che hanno accreditato un canale. Le aziende private che non hanno un canale accreditato con il sistema di interscambio saranno identificate tramite l’indirizzo di posta elettronica certificata (in tal caso il campo “CodiceDestinatario” sarà impostato al valore “0000000”). L’indirizzo di posta certificata – quando il codice destinatario è “0000000” – dovrà essere specificato nel nuovo campo denominato “PECDestinatario”.

In base alle prime indicazioni sembrerebbe quindi che la maggior parte delle piccole e medie aziende che vorrà inviare e ricevere le fatture elettroniche tra privati, dovrà utilizzare la posta elettronica certificata: usualmente l’accredito di un canale con il sistema di interscambio è troppo oneroso in termini di infrastruttura IT per le PMI e al momento, a differenza delle fatture verso la pubblica amministrazione, non pare essere previsto l’utilizzo di intermediari.

Nel nuovo formato 1.2 per la fattura elettronica vi sono anche altre differenze, per la maggior parte dei casi, necessarie per l’utilizzo anche per la fatturazione verso aziende private:

  • È stata aggiunta la sezione “StabileOrganizzazione” all’interno dei dati del “CessionarioCommittente”
  • È stata aggiunta la sezione “RappresentanteFiscale” all’interno dei dati del “CessionarioCommittente”
  • È stato aggiunto un nuovo codice per la “Natura IVA”, che deve essere indicata quando l’IVA non viene applicata: “N7” – IVA assolta in altro stato UE (vendite a distanza ex art. 40 commi 3 e 4 e art. 41 comma 1 lett. b, DL 331/93; prestazione di servizi di telecomunicazioni, tele- radiodiffusione ed elettronici ex art. 7-sexies lett. f, g, DPR 633/72 e art. 74-sexies, DPR 633/72)
  • È stata aggiunta la modalità di pagamento “MP22” – Trattenuta su somme già riscosse

Il nuovo formato XML 1.2 è previsto a partire dalla versione 1.2.2 di Konga e dalla versione x.7.11y dei programmi “legacy”.

4 gennaio 2017 at 18:49 2 commenti

Konga versione 1.2.1

versione-1-2-1

È stata rilasciata la versione 1.2.1 di Konga. Si tratta principalmente di una versione di manutenzione. Nella lista sottostante sono riportate le differenze principali rispetto alla versione 1.2.0.

  • Aggiunto il supporto per i nuovi formati SEPA per la generazione dei file delle disposizioni di pagamento e dei RID
  • Aggiunta la possibilità di visualizzare l’immagine “piccola” dei prodotti nella vista a lista degli articoli di magazzino
  • Modificata la gestione automatica della finestra con il dettaglio dei pagamenti delle partite aperte in Prima Nota, ora viene sempre proposta l’opzione “Proponi il totale dei pagamenti in prima nota” ove opportuno
  • Corretto un errore che poteva generare delle uscite inaspettate dal programma per gli utenti con sistema operativo Mac OS X 10.6.8
  • Corretti dei problemi sporadici di compatibilità di stampa: per specifici modelli di stampante l’operazione di stampa su carta poteva, a volte, non andare a buon fine
  • Corretti dei potenziali problemi durante l’operazione di aggiornamento dei dati del database
  • Corretta la stampa dell’Estratto conto: in alcuni casi poteva venire generata un’eccezione durante l’esecuzione della stampa
  • Corretti alcuni comportamenti errati della nuova evasione degli ordini (da ordine), aggiunta la visualizzazione del numero di riga dell’ordine nella finestra di evasione
  • Correzioni varie

Le modalità di aggiornamento sono quelle usuali: tramite l’aggiornamento automatico**, oppure la nuova versione può essere scaricata utilizzando i link che trovate nella pagina di download del sito di EasyByte Software.

** L’aggiornamento automatico all’ultima versione non è previsto per le versioni server (daemon o servizio), questo significa che gli utenti del modulo “S” dovranno scaricare il programma di installazione e installare manualmente la versione aggiornata sulla postazione server. Per gli utenti della piattaforma Linux sarà sufficiente richiedere un aggiornamento software per scaricare il pacchetto aggiornato (da console: sudo apt-get upgrade).

 

Aggiornamento del 19/10/2016: è stata rilasciata la versione 1.2.1.1 che corregge una regressione che si manifestava su Mac OS: sporadicamente non si riusciva a generare direttamente da Konga le stampe in formato PDF.

18 ottobre 2016 at 09:16 Lascia un commento

Konga versione 1.2.0

 

Konga120-D

È stata rilasciata la versione 1.2.0 di Konga. Questa nuova versione, oltre a prevedere interessanti migliorie e correzioni, contiene anche tutte le funzionalità del modulo “P” (POS – Point of Sales). Con questo rilascio è stata completata la migrazione alla nuova tecnologia del 100% delle funzionalità di Tibet e Irbis.

Le funzionalità e le caratteristiche del modulo POS di Konga non sono limitate a quelle dei vecchi programmi “legacy”, il modulo “P” di Konga prevede una grande quantità di nuove funzionalità:

  • La procedura di emissione scontrini è completamente nuova ed è predisposta anche per l’utilizzo di interfacce “touch”
  • La completa gestione delle “carte fedeltà”
  • Nuova gestione delle “conte di cassa”
  • Una maggiore integrazione con le stampanti fiscali, e di conseguenza una maggiore semplicità di collegamento e programmazione
  • Personalizzazione dei metodi di pagamento (carte e ticket) e della loro rappresentazione grafica
  • Possibilità di personalizzare lo scontrino dall’interno del programma

Le novità del modulo POS sono veramente molte e saranno oggetto di un articolo separato che verrà pubblicato a breve sul blog.

Queste sono invece le novità della versione 1.2.0 rispetto alla versione precedente:

  • Aggiunta la funzione “vai a…” per l’accesso veloce ad una scheda a partire dal codice
  • Aggiunta l’evasione degli ordini in base al cliente-fornitore selezionato (pulsante “Ordini” nella toolbar di documenti fiscali e “Evasione” nella toolbar di carico-scarico)
  • Aggiunta la stampa della “Riconciliazione Contabile” per le partite aperte
  • Aggiunte la stampe delle “Statistiche degli ordini clienti” e “Statistiche degli ordini fornitori”
  • Aggiunta la stampa “Chiusura Partite Aperte”, per la chiusura automatica delle partite aperte e la generazione automatica delle registrazioni di abbuono in prima nota
  • Aggiunta l’elaborazione “Azzeramento Inventario”, per eseguire la manutenzione dei Dati Inventario quando questi non sono corretti o devono essere rigenerati
  • Aggiunta l’elaborazione “Verifica dei Lotti”, per eseguire il controllo della congruenza dei dati di lotti e matricole
  • Aggiunta la possibilità di impostare delle opzioni aggiuntive di formato quando si esegue la stampa su file (formato .xls o .xlsx per Excel, carattere di separazione e codifica dei caratteri per CSV)
  • Aggiunto il supporto per importare/esportare i permessi associati agli utenti
  • Aggiunto il pulsante “Scadenze” nella scheda di prima nota per consultare e/o modificare le scadenze delle registrazioni che prevedono una condizione di pagamento
  • Aggiunta la possibilità di visualizzare un’anteprima dell’immagine di un articolo se si posiziona il cursore del mouse sulla sua miniatura nella vista a lista degli articoli di magazzino
  • Aggiunta la possibilità di scegliere se visualizzare il formato “web” dell’immagine al posto del formato “miniatura” durante la consultazione degli articoli di magazzino
  • Migliorata l’usabilità nelle finestre di selezione dei campi dal dizionario dei dati: viene ora sempre mostrato il percorso completo del campo selezionato
  • Ottimizzato l’accesso ai dati per record con molte righe
  • Corretta l’impostazione di stampa in scala di grigi in modo da usare effettivamente la sola cartuccia del nero e non le cartucce a colori in emulazione nero
  • Corretto l’ordinamento per numero di documento nella finestra che mostra la lista del dettaglio delle partite aperte (da prima nota)
  • Correzioni varie

 

Il comando “Vai a…”

Vai a

Durante la visualizzazione delle schede è ora possibile andare direttamente ad un’altra scheda di cui si conosce il codice o il numero interno: il pulsante “Vai a…” presente nella barra degli strumenti (abbreviazione da tastiera “F8”) permette di eseguire una ricerca senza dovere tornare alla visualizzazione della lista.

 

Il pulsante “Evasione” degli ordini da clienti e degli ordini a fornitori

Evasione1

È ora possibile evadere gli ordini da clienti e gli ordini a fornitori utilizzando una nuova modalità: il pulsante Evasione presente nella barra degli strumenti. Questa nuova funzionalità permette di ottenere la lista di tutti gli ordini che possono essere evasi per il cliente o il fornitore in esame, l’operatore potrà quindi selezionare l’intero ordine o solo alcune righe e confermando otterrà il documento fiscale o il carico già precompilato, pronto per l’evasione di uno o più ordini. Questa funzionalità può essere utilizzata sia partendo dalla consultazione di un ordine da cliente o di un ordine a fornitore, sia partendo dalla consultazione della scheda di un cliente o di un fornitore.

La lista completa degli ordini da evadere di uno specifico cliente può anche essere richiamata utilizzando il pulsante “Ordini” durante l’inserimento o la consultazione di una scheda dei documenti fiscali.

ordini doc fisc

 

Le nuove opzioni di formato per la stampa su file Excel e CSV

opzioni excel

Quando si richiede la stampa su disco in formato Excel, è ora possibile indicare se si desidera generare il file in formato “.xlsx” (Excel 2007 o successivi) oppure nel precedente formato “.xls” (da Excel 97 a 2003). Inoltre l’opzione “Includi una riga di intestazione per modulo” permette di indicare se si desidera che, oltre ai dati di stampa, vengano aggiunte nel file anche delle righe con i nomi dei campi, ogni volta che cambia il modulo di stampa.

opzioni csv

Nel caso in cui sia stato selezionato il formato “CSV”, sarà possibile indicare quale carattere utilizzare come separatore dei campi e la codifica dei caratteri da utilizzare, le codifiche possibili sono:

  • UTF-8
  • Europa occidentale (ISO-8859-1)
  • Europa occidentale (Mac Roman)
  • Europa centrale e orientale (ISO-8859-2)
  • ASCII

La maggior parte dei programmi moderni è in grado di interpretare i file CSV codificati in UTF-8, quindi questa sarà la codifica da utilizzare a meno che non venga esplicitamente richiesta una codifica differente dal programma che dovrà successivamente leggere il file CSV.

 

Il pulsante Scadenze in prima nota

primanota scadenze

È stata aggiunta la possibilità di consultare la lista delle scadenze direttamente dalla scheda di registrazione della prima nota. Il pulsante scadenze si abiliterà dopo aver inserito la condizione di pagamento, nel caso in cui le scadenze siano “calcolate” sarà possibile la sola consultazione, mentre nel caso di scadenze “preimpostate”, sarà anche possibile modificare le date e gli importi delle scadenze.

scadenze

Premendo il pulsante “Scadenze” sarà possibile consultare e modificare la lista delle scadenze

 

Le nuove versioni dei layout di stampa predefiniti

In Konga 1.2.0 sono stati aggiornati alcuni layout delle stampe predefinite – in particolare anche tutti i layout relativi ai documenti fiscali – di conseguenza gli utenti che abbiano creato dei layout di stampa personalizzati dovranno aprirli almeno una volta con l’editor di stampe, per fare in modo che essi vengano aggiornati all’ultima versione.

Qui sotto potete vedere un esempio del messaggio che viene visualizzato quando si richiede di utilizzare un layout di stampa personalizzato che non è aggiornato all’ultima versione:

avviso compatibilità stampa

Premendo “Apri con l’editor di stampe” (scelta consigliata), il programma aprirà il layout personalizzato e chiederà un’ulteriore conferma per eseguire l’aggiornamento:

Agg.to editor stampe

Premete “OK”, quindi registrate il layout di stampa personalizzato: il layout di stampa personalizzato potrà essere registrato sia con un nome diverso, per evitare di eliminare l’originale; sia con lo stesso nome, in tal caso Konga richiederà ancora una conferma prima di procedere con la sostituzione del layout.

Premendo “Annulla”, la stampa non verrà eseguita.

Premendo “Stampa”, la stampa verrà eseguita comunque senza aggiornare il layout di stampa personalizzato (a seconda della natura dell’aggiornamento, la stampa potrebbe andare comunque a buon fine oppure generare uno o più errori di stampa).

 

 

Le modalità di aggiornamento di Konga sono quelle usuali: tramite l’aggiornamento automatico**, oppure può essere scaricata utilizzando i link che trovate nella pagina di download del blog o direttamente dal sito di EasyByte Software.

** L’aggiornamento automatico all’ultima versione non è previsto per le versioni server (daemon o servizio), questo significa che gli utenti del modulo “S” dovranno scaricare il programma di installazione e installare manualmente la versione aggiornata sulla postazione server. Per gli utenti della piattaforma Linux sarà sufficiente richiedere un aggiornamento software per scaricare il pacchetto aggiornato (da console: sudo apt-get upgrade).

1 settembre 2016 at 17:01 Lascia un commento

Versioni x.7.11v per l’esportazione per Konga

Sono state rilasciate le nuove versioni x.7.11v di Tibet, Irbis, Pardo e Wilma XL e EuroByz. Queste nuove versioni contengono delle modifiche nella procedura di esportazione dei dati per Konga: la procedura di esportazione è stata aggiornata in modo che vengano esportati anche i dati relativi al modulo “POS”.

La versione 1.2.0 di Konga prevede, oltre al nuovo modulo “POS”, anche diverse modifiche alla struttura dei dati, di conseguenza sarà obbligatorio utilizzare le versioni x.7.11v per eseguire la migrazione dei dati verso Konga 1.2.0.

Le versioni x.7.11v sono disponibili come aggiornamento delle versioni x.7.11 precedenti, non occorre eseguire una nuova installazione completa. I link per eseguire il download dei file si trovano di seguito.

Per gli utenti Mac OS X sarà necessario espandere e sostituire il file dell’applicazione (ad esempio “Tibet.app”), di seguito i link per il download del singolo file:

Pardo e Wilma XL
http://download.easybyte.it/tmp/pwxl2711v.app.zip
Irbis
http://download.easybyte.it/tmp/irbis4711v.app.zip
Irbis client
http://download.easybyte.it/tmp/irbisclient4711v.app.zip
Tibet
http://download.easybyte.it/tmp/tibet1711v.app.zip
Tibet client
http://download.easybyte.it/tmp/tibetclient1711v.app.zip

Per gli utenti Windows sarà necessario espandere e sostituire i file dell’applicazione (ad esempio “Tibet Client.exe” e “TibetDic.tdic”), di seguito i link per il download dei file:

EuroByz
http://download.easybyte.it/tmp/eurobyz1711v.zip
Pardo e Wilma XL
http://download.easybyte.it/tmp/pwxl2711v.zip
Irbis
http://download.easybyte.it/tmp/irbis4711v.zip
Irbis client
http://download.easybyte.it/tmp/irbisclient4711v.zip
Tibet
http://download.easybyte.it/tmp/tibet1711v.zip
Tibet client
http://download.easybyte.it/tmp/tibetclient1711v.zip

1 settembre 2016 at 17:00 Lascia un commento

Konga versione 1.1.3

È stata rilasciata la versione 1.1.3 di Konga. Come nel caso della versione precedente, si tratta di una versione di manutenzione. Nella lista sottostante sono riportate le differenze principali rispetto alla versione 1.1.2.

  • Implementato l’aggiornamento automatico dei prezzi di listino al variare dei prezzi di riferimento.
  • Corretto il controllo della partita IVA su clienti, fornitori e vettore: sono stati corretti alcuni casi particolari in cui il programma non segnalava l’inserimento di un valore errato.
  • Corrette le stampe delle statistiche di vendita e degli estratti conto. In entrambi i casi si trattava di particolari combinazioni di parametri che non generavano correttamente la stampa richiesta.
  • Corretta la stampa batch dei documenti fiscali (comando “.print” dalla console). Nella versione precedente non veniva eseguita correttamente la stampa delle fatture differite quando si utilizzava il comando “.print” da linea di comando.
  • Corretta l’importazione dati da file Excel versione 2007 e successive (file formato .xlsx): nella versione 1.1.2 era stata introdotta una regressione che obbligava ad utilizzare il formato .xls per le importazioni da Excel.
  • Correzioni varie

Le modalità di aggiornamento sono quelle usuali: tramite l’aggiornamento automatico**, oppure la nuova versione può essere scaricata utilizzando i link che trovate nella pagina di download del sito di EasyByte Software.

** L’aggiornamento automatico all’ultima versione non è previsto per le versioni server (daemon o servizio), questo significa che gli utenti del modulo “S” dovranno scaricare il programma di installazione e installare manualmente la versione aggiornata sulla postazione server. Per gli utenti della piattaforma Linux sarà sufficiente richiedere un aggiornamento software per scaricare il pacchetto aggiornato (da console: sudo apt-get upgrade).

11 maggio 2016 at 16:50 4 commenti

Articoli meno recenti


Archivi

Seguici su Facebook