La migrazione dei dati da Tibet a Konga

16 gennaio 2013 at 18:12 11 commenti

Konga_Ridge_Raptor_Migration_Station

La migrazione dei dati da Tibet, Irbis, Pardo e Wilma XL e Eurobyz sarà indolore… o, più precisamente, sarà spesso indolore.

Indolore perché è stata prevista una procedura di esportazione e importazione di tutti i dati presenti negli archivi della gestione aziendale.
In alcuni casi potrebbe essere necessario apportare qualche correzione ai dati prima della migrazione definitiva. Le correzioni ai dati saranno necessarie quando i dati presentino qualche incongruenza logica e Konga, utilizzando un database relazionale, è molto più sensibile dei programmi attuali a questo tipo di incongruenze. Inoltre abbiamo scelto di non eseguire una semplice conversione dei dati: i dati vengono acquisiti  tramite la funzione di importazione che esegue tutti controlli, compresi quelli della “logica di business”, come se il dato venisse inserito manualmente.

Sarà possibile quindi che al termine dell’acquisizione dei dati nel nuovo programma vengano evidenziati degli errori, ad esempio riferimenti a schede anagrafiche mancanti, oppure qualche dato incongruente in relazione all’evasione degli ordini e così via. La probabilità di errori durante la migrazione sarà anche proporzionale all’età della base dati che si sta migrando: più i dati sono “vetusti”, maggiore è la probabilità che essi siano stati inseriti con una versione di programma che permetteva la creazione di qualche incongruenza.

La migrazione dei dati prevede due fasi:

  • L’esportazione dei dati dal programma attuale, ad esempio da Tibet
  • L’importazione dei dati in un database di Konga

L’esportazione dei dati

Per eseguire l’esportazione dei dati nel formato compatibile con Konga è necessario avere installato almeno una versione x.7.8 dei programmi EasyByte Software. Occorre eseguire il comando “Esportazione per Konga” che si trova nel menù Manutenzione.

Esportazione per Konga

L’esportazione per Konga creerà una cartella denominata con il nome dell’archivo seguito da un “timestamp” che riporta la data e l’orario dell’esportazione. I dati esportati saranno registrati nella stessa cartella dell’archivio nel caso si stia utilizzando una postazione “server stand-alone”, altrimenti saranno registrati nella cartella del programma. All’interno della cartella verranno creati una serie di file con l’estensione “.json”, come si può vedere nella figura sottostante.

Dati Esportati

I dati esportati per Konga (cliccare per ingrandire l’immagine)

Il tempo necessario per l’esportazione dei dati è proporzionale alla quantità di dati presenti nell’archivio, quindi nel caso di archivi con decine o centinaia di migliaia di schede in archivio è opportuno eseguire l’esportazione da una postazione separata o in un orario al fuori di quello di lavoro (ad esempio la sera).

L’importazione dei dati

Per poter eseguire l’importazione dei dati è necessario lanciare Konga (versione 0.97 o successive) e aprire – oppure creare ex-novo – il database in cui desiderate acquisire i dati. Per creare un nuovo database si deve utilizzare il pulsante Aggiungi presente nella prima finestra che viene aperta dal programma, denominata “Konga Manager”. Dopo aver aperto il database, il comando Importazione dati si trova nel menù Manutenzione.
Import menu Konga
Eseguendo il comando di importazione dati verrà aperta la procedura di “importazione guidata dei dati” che richiederà alcune informazioni.

Selezione del formato di importazione

01 Seleziona FormatoSelezionare il formato Tibet 1.7.x e premere Continua.

Opzioni di importazione

02 Opzioni di ImportazioneAnnulla tutte le modifiche al database se ci sono errori: se questa opzione è selezionata e l’importazione genera degli errori, tutta l’operazione di importazione viene annullata, mentre se è deselezionata, i dati parziali che erano stati importati con successo sono preservati anche se ci sono errori.

Metti in pausa tutte le attività pianificate del server durante l’importazione: selezionando questa opzione, vengono sospese tutte le attività pianificate del server, in questo modo l’operazione di importazione verrà eseguita più velocemente.
Konga propone entrambe le opzioni di importazione selezionate, se state eseguendo un’importazione di dati di prova e volete consultare i dati acquisiti anche in presenza di errori di importazione, deselezionate la voce “Annulla tutte le modifiche al database se ci sono errori”. Premete Continua per passare alla fase successiva.

Selezione della sorgente dei dati

03 Sorgente dei datiA questo punto, utilizzando il pulsante “Sfoglia”, è necessario selezionare la cartella che contiene i dati esportati. Apparirà la finestra di dialogo standard che permette di indicare la cartella che contiene i dati.
04 Scegli directoryPremendo Scegli e poi Continua si passa alla fase successiva.

Importazione aziende

05 Importazione AziendeIn questa fase il programma visualizza il codice e la ragione sociale delle aziende che si è in procinto di importare e permette di indicare se l’azienda deve essere aggiunta alle aziende già presenti nel database, oppure se si desidera cancellare le aziende esistenti.
Dopo avere premuto il pulsante Continua verrà visualizzato il riepilogo delle scelte fatte sino a questo momento e, dopo avere verificato che queste sono corrette, è possibile premere il pulsante Importa per lanciare definitivamente il comando.
Durante l’importazione viene mostrata una finestra che indica il progredire dell’operazione e una stima del tempo rimanente.
08 import progress
Al termine dell’operazione sarà possibile analizzare la lista delle operazioni eseguite e – se presenti – degli errori riscontrati.
09 risultato import
Utilizzando il pulsante Opzioni sarà possibile salvare la lista con i dettagli in un file di testo oppure trasferirla negli appunti (clipboard) per poterla utilizzare (“incollare”) in un altro programma.
Nel caso in cui siano presenti degli errori sarà necessario valutarne la natura e decidere se si tratta di errori che possono essere trascurati, ad esempio nel caso di un articolo obsoleto che non è stato importato, oppure se apportare delle correzioni sul programma di origine e quindi eseguire una nuova iterazione del ciclo esportazione/importazione.
Nel caso in cui sia necessario analizzare gli errori, essi sono accompagnati da un messaggio che spiega la causa del problema, il nome del file che contiene il comando che ha generato l’errore e il numero del record all’interno del comando. In tutti i casi il nostro servizio di supporto è a disposizione per assistervi durante le prove di migrazione dei dati: inviate un messaggio e-mail all’indirizzo <kongabeta@converge.it> oppure a <supportosw@converge.it>.

Entry filed under: Konga. Tags: , , , , , , , , , , .

Le cose che fanno “kong” durante la notte Konga Pro versione 0.97 beta

11 commenti Add your own

  • 1. gianluca  |  17 gennaio 2013 alle 09:29

    Salve,
    come si fà l’esportazione da Irbis? nell’ultima versione non c’è l’opzione “Esportazione per Konga”.

    grazie

    Rispondi
  • 3. gianluca  |  17 gennaio 2013 alle 09:51

    ok grazie,
    in questa versione non ho visto ancora la possibilità di personalizzare il menu a lista degli articoli di magazzino con i campi giacenza/q.tà ord. a clienti / forn. ( ci sono decine di campi non riuscite ad aggiungere anche questi? per noi sono indispensabili)

    saluti

    Rispondi
    • 4. Fabrizio Toso  |  17 gennaio 2013 alle 11:50

      No, in effetti non è ancora possibile, ma questa funzionalità o una equivalente sarà sicuramente presente nella versione 1.0. Non si tratta solo di aggiungere uno o più campi alla lista di quelli personalizzabili – tra l’altro questa lista viene generata automaticamente in base al contenuto del “data dictionary” – ma di prevedere una modalità generica per accedere, già nella visione “a lista”, ai dati collegati alla tabella che si sta consultando (ad esempio, i dati che dipendono dall’esercizio attivo o dal magazzino che è stato movimentato).

      Rispondi
  • […] Se non avete ancora provato ad eseguire una migrazione dei dati da Tibet, Irbis, Pardo e Wilma XL o Eurobyz, vi consigliamo di farlo adesso: trovate tutte le informazioni nell’articolo dedicato all’argomento: La migrazione dei dati da Tibet a Konga. […]

    Rispondi
  • […] e Wilma XL o Eurobyz (i link per il download si trovano qui) e seguire le istruzioni descritte in questo articolo del […]

    Rispondi
  • 7. Gabriele  |  3 gennaio 2014 alle 01:51

    Come esporto da Wilma Lite (OS X)? mi basterebbe importare in Konga le schede clienti/fornitori. Grazie!

    Rispondi
    • 8. Fabrizio Toso  |  3 gennaio 2014 alle 09:02

      Nel menù “Manut.” (Manutenzione) è presente il comando “Esportazione dati…”, selezionando l’archivio clienti-fornitori è possibile esportare in formato testo (con i campi separati da tabulatore).

      Rispondi
  • 9. Massimiliano Longi  |  13 febbraio 2014 alle 16:52

    come si fa ad importare le stampe personalizzate o configurarne di nuove?

    Rispondi
    • 10. Fabrizio Toso  |  13 febbraio 2014 alle 17:22

      Purtroppo non è prevista la migrazione delle stampe personalizzate: i due sistemi sono troppo differenti. È necessario creare una nuova personalizzazione di stampa utilizzando il comando Nuova Finestra->Editor di stampe dal menù Archvio. Per maggiori informazioni sulla configurazione delle stampe si può fare riferimento al capitolo dell’editor delle stampe del manuale base: http://www.konga.it/konga_manuale_base.pdf

      Rispondi
  • […] dei programmi (i link per il download si trovano qui) e seguire le istruzioni descritte in questo articolo del blog. Ricordiamo a tutti i nostri utenti che i layout di stampa personalizzati non […]

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Archivi

Seguici su Facebook


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: